sabato 26 marzo 2011

Arancini Catanesi

Oggi si frigge...



Generalmente chi fa gli arancini in famiglia è la mia mamma, ma volendo postare foto e ricetta, oggi li ho preparati io, e devo dire che sono venuti abbastanza buoni, non fosse altro che ognuno era di proporzioni esagerate ( niente paura  è questione di abitudine). Realizzarli non è difficile, dovete solo avere un po di tempo e altrettanta pazienza!!  La ricetta che vi posto per cui, è concessa gentilmente da Anna (mia madre) che è una casalinga ma potrebbe benissimo lavorare in una friggitoria con grande successo!!
Prima di tutto preparate il vostro ragù di carne (soffriggendo cipolla, carote e sedano) aggiungete del tritato e poi il concentrato di pomodoro e la passata di pomodoro e infine i piselli surgelati. Fate cuocere per circa 2 orette e fate raffreddare. A questo punto fate bollire del riso da minestra (io con mezzo kg ne ho fatti 12 belli grandi) e prima di scenderlo dal fuoco aggiungete 2 bustine di zafferano. Fatelo cuocere per bene (no al dente) e fate raffreddare anch'esso. Nel frattempo tagliuzzate a quadratatini il formaggio che preferite (io ho messo galbanone e svizzero). Poi mettete sul palmo della vostra mano un po di riso, farcite con un po di ragù e un po di formaggio e con dell'altro riso richiudete! E man mano cercate di ottenere la classica forma utilizzando entrambe le mani, così..

Ogni tanto inumiditevi le mani con dell'acqua per non fare attaccare il riso alle mani. Adagiateli tutti su un bel vassoio e lasciate riposare una mezz'oretta. A questo punto preparatevi un vassoio dai bordi alti e mettetegli del pan grattato e in una ciotola: circa 100 gr. di farina "00" e dell'acqua ( deve essere bello liquido). Ora passate gli arancini prima nella pastella con la farina e poi nella mollica di pane, sempre marcando la loro forma. Io il passaggio della pastella lo faccio fare a mia figlia, che poi li passa a me per panarli nella mollica. così evitiamo di attaccarci troppo le mani e si sporcare sia la pastella che la mollica. Una volta preparati tutti non resta che friggerli e gustarli con chi ami !!!
 Sono l'ideale da fare magari il giorno prima, conservati gia panati in frigo e friggere davanti agli ospiti per mangiarli tutti assieme ben caldi con il formaggio filante!!

14 commenti:

  1. Ciao mi sono appena iscritta...Complimenti per il tuo blog è semplice e curato brava!!! Ma soprattutto che buoni questi arancini...A presto e grazie per le tue visite e commenti sono sempre graditissimi!!!

    RispondiElimina
  2. li adoro e li faccio tale e quali a tua mamma ma senzap unta..non mi riesce mai...bacioni e buon sabato e complimenti alla mamma

    RispondiElimina
  3. Eccomi Agata arrivo anche io da te. Guardando il tuo bellissimo blog mi sembra di sentire il profumo della mia dolce Sicilia. Vivo al nord da quando ero piccolissima ma la mia terra la porto sempre nel cuore. Per me, leggere sul tuo blog, tutte queste specialità siciliane è come una boccata di aria fresca. Belli questi arancini, io li faccio senza lo zafferano ma voglio provare la tua ricetta. Ma come fai a fare la punta? A me vengono rotondi ma mi piacciono di più a punta...un bacio.

    RispondiElimina
  4. Meravigliosa la ricetta e l'aspetto di questi arancini. Sono felice di aver trovato il tuo blog. Ti seguo, ciao da Simona

    RispondiElimina
  5. sono BUONISSIMI ,gli arancini più buoni del mondo ........(già gustati ihihihi)agata sn una tua grandissima FAN !!! by SONia

    RispondiElimina
  6. Ciao ragazze e grazie per essere passate a trovarmi è un piacere avervi come sostenitrici vista la vostra bravura!! Per coloro alle quali gli arancini non vengono a punta è questione di metterlo bene come nella foto dove ci vedono le mie mani, in pratica la punta la fa la parte quasi del polso, non so se è chiaro ma provate!
    Un bacione a tutte e buon fine settimana!!

    RispondiElimina
  7. Ma che buoni che sono gli arancini! Li adoro! Buona domenica

    RispondiElimina
  8. Ti vorrei invitare al mio primo contest MANI NELLA MANITOBA, una raccolta di ricette con la farina manitoba...
    http://dolciedesserts.blogspot.com/2011/01/primo-contest-mani-nella-manitoba.html
    se ti va passa a dare un'occhiata... ti aspetto...

    RispondiElimina
  9. ciao Agata, piacere di conoscerti e di aver visitato il tuo blog, grazie x essere passata dal mio e x farne parte mi fa sempre piacere. io senza dubbio mi mettero fra i tuoi lettori in un piccolo angolino e ti spiero' ahahah :)
    poi visto ke siamo siciliane entranbe.. ti seguiro' con passione xkè è sempre bello gustare (purtroppo) le ricette di altri siciliani con gli okki.. infatti ho letto ke voi ( tu, tua figlia e tua mamma) passate gli arancini dalla pastella ottenuta con acqua e farina.. io invece li passo prima dalla farina poi dall'uovo e in fine dal pangrattato.. la prossima volta provero' con acqua e farina. alla prossima. TROTTOLINA!

    RispondiElimina
  10. Buoni gli arancini.. ti seguo da oggi e già una bella ricetta.. a presto!

    RispondiElimina
  11. Grazie a tutti, sono contenta che siano piaciuti!!Buona serata e grazie x avermi seguita!!

    RispondiElimina
  12. Sono perfetti...io ancora con la forma non sono proprio brava!

    RispondiElimina

Grazie per essere passato a trovarmi, se vuoi lasciare un commento ne sarò felice!